fbpx

Caffè filtro: cos’è, come si fa e perché sceglierlo

caffe filtro come si fa
Tempo di lettura: 7 minuti

Come si prepara il caffè filtro? Ma soprattutto… che cos’è? Se vuoi saperne di più su questa tecnica di estrazione, sei nel posto giusto.

Lì fuori, oltre la nostra osannazione tutta italiana per la moka e l’espresso del bar, c’è molto di più. Abbandona la rassicurante tazzulella e’ cafè di tutta la vita, e scopri insieme a noi il magico mondo del caffè filtro!

Cos’è il caffè filtro?

Il caffè filtro è un metodo di estrazione alternativa del caffè ottenuto per infusione o percolazione.

L’estrazione per percolazione del caffè consiste nel versare lentamente dell’acqua calda sul caffè macinato, raccogliendo la bevanda in una caraffa sottostante attraverso un filtro, che può essere di carta, di tessuto, di metallo ecc. Tramite la tecnica definita “pour over” (dall’inglese “versare sopra”), l’acqua calda utilizza solamente la forza di gravità per estrarre i componenti del caffè.

L’infusione del caffè, invece, si ottiene versando in un contenitore dell’acqua calda e lasciando in immersione il caffè macinato per alcuni minuti. Trascorso il tempo di infusione desiderato, si separa il liquido dal caffè macinato con l’uso di un filtro, ottenendo così la bevanda.

Caffè americano o all’americana?

Capita spesso di confondersi con i nomi delle cose o, per comodità, chiamarli con un nome che ci ricordiamo meglio ma che non è propriamente corretto. Il caffè filtro è esattamente una di quelle cose che crea questo tipo di confusione.

caffè americano come si fa

Molti, infatti, confondono il caffè americano con il caffè all’americana. Chiariamo velocemente insieme.

Il caffè americano non è altro che un espresso a cui viene aggiunta dell’acqua calda per allungarlo. Il caffè all’americana, invece, è l’altro modo in cui si può chiamare il caffè filtro.

TASTELETTER: LA NEWSLETTER PER GLI AMANTI DEL CAFFÈ!

Iscriviti alla newsletter di Taste per ricevere gratuitamente news ed approfondimenti sul mondo del caffè specialty, sconti esclusivi sui nostri prodotti e rimanere sempre aggiornato sui nostri eventi e corsi di formazione.

Ho letto e accetto i termini e le condizioni

Il caffè filtro in Italia

Nel nostro Paese, il caffè è da sempre visto come una bevanda da assumere velocemente, senza pensarci troppo. Da italiani, quando pensiamo al caffè, le prime immagini che arrivano alla mente sono quelle della cara vecchia moka della mamma e della tazzina di espresso consumata a mo’ di shot al bancone del bar.

Nonostante in Italia la cultura del caffè sia poco propensa alla novità, e legata per la maggior parte alla tradizione, le varie tecniche di alternative di estrazione, come il caffè filtro, stanno riscuotendo via via sempre più con consensi.

Esistono associazioni, come la SCA Italy (Specialty Coffee Association), che promuove l’eccellenza nel mondo del caffè in Italia rappresentando baristi e produttori, e sempre più coffee shop specializzati stanno aprendo i battenti nelle varie città.

Il nostro preferito? Taste Coffee & More a Treviso, ovviamente 😉

Come si fa il caffè filtro?

caffè all americana come si fa

Il caffè filtro, come abbiamo visto, si ottiene per percolazione o infusione, attraverso l’uso di un filtro e di un contenitore di raccolta. Per preparare il caffè filtro è necessario tenere in considerazione due aspetti fondamentali:

  1. Gli strumenti da utilizzare
  2. Le variabili nell’estrazione

Andiamo a scoprire assieme come le varie combinazioni di questi due elementi possono portare a diversi tipi di risultato per il tuo caffè filtro.

Gli strumenti

Per imparare come si fa il caffè filtro, bisogna innanzitutto capire che non c’è un unico modo per farlo. Ci sono vari strumenti che, attraverso tecniche leggermente diverse, permettono di estrarre un ottimo caffè filtro.

L’utilizzo di uno strumento piuttosto che di un altro comporta un diverso tipo di approccio all’estrazione e, di conseguenza, un risultato diverso anche in base alle proprie esigenze e gusti personali.

Fra i più utilizzati e conosciuti sul mercato ci sono:

  • V60: detto anche “dripper”, il più usato per ottenere il caffè filtro per percolazione
  • French Press: usata anche per l’infusione di tè o tisane
  • Chemex: una sorta di “caraffa a clessidra” che sfrutta anch’essa la percolazione
  • Aeropress: moderno e molto amato dalla “new wave” del caffè
  • Syphon: con i suoi globi di vetro per un vibe da “alchimista del caffè”

Va da sé che, ad esempio, un caffè filtro con v60 non sarà identico ad uno fatto con la French Press, per via dell’utilizzo del filtro di carta e della tecnica differente. Lo stesso discorso vale per gli altri.

Cerchi degli strumenti professionali per preparare il tuo caffè filtro a casa? Visita il nostro shop online!

Potrai acquistare i nostri strumenti preferiti e consigliati da noi come il Kit V60, il bollitore, il macinino da caffè manuale e molto altro!

Ti interessano le tecniche di estrazione? Leggi il nostro confronto tra Aeropress e V60!

caffè infusione

Le variabili

Una volta scelto lo strumento più adatto alle tue esigenze, l’altro aspetto fondamentale per capire come si prepara il caffè filtro è la gestione delle variabili che compongono l’estrazione.

Le principali variabili nell’estrazione di un caffè filtro sono:

  • Tipo di acqua
  • Temperatura dell’acqua
  • Macinatura del caffè
  • Tempo di estrazione

Tutti questi elementi sono complementari, e giocano un ruolo molto importante nell’estrazione del caffè. Cambiare anche una sola di queste variabili, può cambiare completamente il risultato finale in tazza del tuo caffè filtro.

Tipo di acqua

Sai di cosa è composto il 98% della tua tazza di caffè? Esatto, di acqua! Normale che, per una buona riuscita della tua estrazione, il tipo di acqua che usi giochi un ruolo centrale.

Sono varie le caratteristiche dell’acqua che influenzano il sapore, l’estrazione e la densità del caffè come il contenuto di cloro, il ph la durezza ecc. Anche la SCA ha fissato gli standard del tipo di acqua per caffè filtro ideale per l’estrazione.

Senza complicare troppo le cose, per ottenere un ottimo caffè filtro a casa, ti consigliamo semplicemente di utilizzare una buona acqua minerale in bottiglia.

percolazione caffè

Temperatura dell’acqua

Oltre che il tipo di acqua, nella preparazione del tuo caffè filtro dovrai assicurarti di gestire anche la sua temperatura. Il calore, infatti, influenza il tempo di estrazione: più l’acqua sarà calda e più l’estrazione sarà veloce, mentre abbassando la temperatura andrai ad allungare il tempo di estrazione. Questa è una delle ragioni principali per cui le tecniche di cold brewing (estrazione del caffè a freddo) richiedono molto più tempo.

A che temperatura dev’essere l’acqua? Per ottenere un ottimo caffè filtro la temperatura ideale dell’acqua è di 92°C.

Macinatura del caffè

Dopo esserci occupati del 98% della tua bevanda, parliamo adesso del restante 2%: il caffè.

Lasciando perdere chiaramente le differenze ottenute attraverso l’uso di diversi tipi di caffè, una componente importantissima nell’estrazione del tuo caffè filtro è il tipo di macinatura del caffè.

Una macinatura più fine, ad esempio, permette un tempo di estrazione più corto rispetto ad una macinatura grossolana. Questo perché vi è più superficie esposta al contatto con l’acqua, e quindi una dissoluzione più rapida dei componenti del caffè.

macinatura caffè filtro

Un’estrazione più lenta grazie ad una macinatura più grossolana può portare ad un caffè dalle note più acide e fruttate, mentre macinare più finemente accelerando l’estrazione può aumentare la componente amara del tuo caffè filtro.

La macinatura ideale per un caffè filtro è una macinatura media.

Per controllare sempre al meglio la macinatura del tuo caffè ti consigliamo di utilizzare un macinino manuale. Il nostro preferito? Il macinino da caffè Comandante in acciaio inox regolabile. Lo trovi nel nostro shop!

La ricetta: caffè filtro a casa

Quali sono le dosi corrette per un caffè filtro? Qual è la quantità d’acqua giusta?

Ora che hai scoperto tutti gli elementi che caratterizzano una buona estrazione, sei pronto per preparare un perfetto caffè filtro in casa! Ecco la ricetta per preparare un ottimo caffè filtro da gustare in compagnia:

Ricetta per due caffè filtro con V60

Ingredienti:

  • 15 g di caffè macinato medio (consigliamo 25 Click del macinino Comandante)
  • 250 g di acqua

Prima fase

Versare 30 g di acqua in modo da sommergere il caffè. Lasciar riposare per 30 secondi. Usare acqua ad una temperatura tra gli 88 e i 94°C.

Seconda fase:

Versare lentamente 120 g d’acqua fino a raggiungere 150 g totali (120 g + 30 g della prima fase) e aspettare 20 secondi.

Aggiungere i 100 g d’acqua rimanente fino a raggiungere i 250 g totali della ricetta (100 g +120 g +30 g).

Il tempo totale di percolazione è di circa 2 minuti e 45.

Caffè filtro vs espresso: perchè preferirlo?

caffè filtro vs espresso

Tutto molto interessante ma… perché dovrei preferire un caffè filtro rispetto ad un classico espresso?

Come nella maggior parte dei casi, quando si parla di cibi o bevande è sempre una questione di gusti. Se però ti piace provare cose nuove e sei disposto ad andare oltre a quelli a cui eri abituato, il caffè filtro si rivelerà una piacevole scoperta.

Ecco alcuni motivi per cui potresti preferire il caffè filtro ad un espresso:

Intensità e consistenza:

La consistenza di un caffè filtro è molto diversa rispetto a quella di un espresso. È più leggero e delicato, simile ad un the. Non ha il corpo e la tipica cremosità dell’espresso.

Profilo aromatico:

Un caffè filtro di qualità, data la diversa modalità di estrazione, ti permette di accedere a un profilo aromatico più complesso, notando particolari gustativi che è più difficile incontrare in un espresso.

Esperienza:

Che sia fatto in casa o preparato da mani esperte in una caffetteria specialty come Taste, un buon caffè filtro è molto più che un semplice caffè. È una vera e propria esperienza, che richiede di rallentare, prendersi del tempo e cambiare il proprio paradigma classico del caffè.

Ti piacerebbe aumentare la tua consapevolezza nell’assaggio? Scopri come degustare il caffè nella nostra guida per principianti!

Caffè filtro e caffeina: cosa devi sapere

caffè filtro quanta caffeina

Per concludere, è interessante andare a osservare più nel dettaglio il caffè filtro dal punto di vista del suo contenuto di caffeina.

Quanta caffeina c’è in un caffè filtro?

In un caffè filtro sono presenti in media dai 70 ai 140 mg di caffeina per una quantità di prodotto servito, che si aggira attorno alle 8 once (circa 240 ml). Essendoci un contatto prolungato tra caffè e acqua viene estratta molta caffeina.

Tornando al paragone di poco fa è interessante vedere come, nonostante il caffè filtro abbia una concentrazione di caffeina più bassa rispetto all’espresso (circa 8-15 mg per oncia contro i 30-50 mg per oncia dell’espresso), contenga in realtà più caffeina in quanto la dose servita è superiore (circa 8 once contro una oncia dell’espresso).

Speriamo che questo articolo sia stato interessante e ti abbia dato la curiosità necessaria per esplorare più a fondo l’universo del caffè filtro.

Facci sapere nei commenti se hai già provato a casa questa tecnica e scrivici per qualsiasi dubbio o domanda! Ti aspettiamo da Taste!

    Matteo Pizzinato

    Viaggiatore compulsivo e scrittore per passione. Amante del cibo, del buon vino e di tutto ciò che valga la pena di essere raccontato.